odontofobia

Odontofobia, cos’è e come superarla

Oggi parliamo di paura.
No, non è un racconto del terrore, ma un disagio che purtroppo condiziona il quotidiano di molte persone, soprattutto quando devono andare dal dentista. Un fenomeno che, però, è facilmente risolvibile se riconosciuto e trattato nel modo opportuno, come facciamo noi in studio.

L’odontofobia (dal greco phóbos, “panico, paura”) è una vera e propria fobia. Un disagio irrazionale e persistente che genera paura e panico, scatenata da determinate situazioni del proprio vissuto psicologico.
I pazienti odontofobici fanno di tutto per evitare la visita dal dentista.
Nella maggior parte dei casi, se si soffre di questa patologia, si va dal dentista quando i dolori diventano fisicamente insopportabili e ciò non fa altro che aggravare la condizione psicologica del paziente che deve sottoporsi ad una visita odontoiatrica, già di per sé percepita terrorizzante.

Tutti i dati dell’odontofobia

L’odontofobia è un fenomeno da non sottovalutare o prendere alla leggera: sono in molti a soffrirne. Su un campione di 10 pazienti, 6 soffrono all’idea di sdraiarsi su “quella poltrona” ma riescono a superare in poco tempo la propria ansia. Nel caso dell’odontofobico (1 paziente su 10), la paura del dentista sembra essere insuperabile e genera anche un forte malessere non solo psicologico ma anche, e soprattutto, fisico. Palpitazioni, tremori, nausea, senso di soffocamento sono alcuni dei sintomi.

Il disagio allora prende la forma di un circolo vizioso poiché il paziente, per paura, tende ad evitare la cura odontoiatrica; ciò porta ad un peggioramento della condizione di salute dentale, che a sua volta, generando un malessere fisico, condizionerà ancor di più il paziente portandolo a “temere” ed evitare la risoluzione del problema.

Per superarla: nel nostro studio un percorso da fare insieme

odontofobia

Allo Studio Dentistico Santagati, riconosciamo il problema e cerchiamo di offrire, insieme al comfort, anche la possibilità di intraprendere un percorso insieme per superare un ostacolo che non è assolutamente insormontabile ma ha bisogno di essere riconosciuto e gestito correttamente.

La paura – nel nostro studio – rimane fuori alla porta.